13 luglio 2017 - Il Vescovo Massimo con noi a Ceredolo dei Coppi

July 16, 2017

Il 13 del mese è ormai un appuntamento fisso nella nostra Unità Pastorale e questa volta è stata vissuta in modo speciale a Ceredolo alla presenza del Vescovo. Notevole e inusuale in questi luoghi il numero dei fedeli che ha partecipato alla Peregrinatio Mariae: alla processione con la Recita del S. Rosario e alla S. Messa in chiesa.

 

 

 

 

Nell'introduzione ad ogni decina del Rosario, con la scansione cantata dei Misteri dolorosi, il Vescovo ha commentato con una riflessione che ha contribuito a creare un clima molto raccolto di preghiera, al seguito della croce e in cammino con la Statua della Madonna di Fatima, lungo i caratteristici vicoli del borgo, addobbati di fiori, luminarie mariane e segnati dai lumini.

 

 

 

 

 

Al termine della processione, l'ingresso in chiesa e la S. Messa sono stati vissuti dai fedeli con lo stesso clima di raccoglimento, anche da coloro che necessariamente hanno dovuto partecipare stando in piedi all'esterno dell'edificio già gremito di fedeli.

 

 

L'omelia del Vescovo è stata recepita dai presenti davvero con spirito filiale e con gratitutine. Il  nostro pastore si è detto felice di aver accolto l'invito che don Bogdan gli aveva rivolto lo scorso 13 maggio in cattedrale, in occasione della consacrazione della diocesi a Maria e della successiva benedizione della nostra statua della Madonna di Fatima. Tale invito, infatti, non ha avuto bisogno di ulteriori solleciti.

 

Il Vescovo ci ha spronati a chiederci che bisogno abbiamo di Maria. E ha introdotto la risposta contando sulla nostra condivisione. Tutti noi nella vita abbiamo bisogno, ha detto, di punti di riferimento, di una scala su cui poggiare i piedi. La grande scala che ci porta al Padre è Gesù. Altri gradini della scala sono i Santi e Maria. Maria ci prende per mano e  ci aiuta ad affrontare i momenti bui della nostra vita, lei che è Madre. Gesù ci ha affidato a lei che non  dimentica il nome di ciascuno di noi. L'altra scala è il Rosario, che ci permettte di chiedere a Maria il suo aiuto per dipanare i nodi che ci tengono legati al male, all'egoismo, all'invidia, alla soprafazione. Lei cambia poco a poco il nostro cuore e la nostra mente. Maria parla a tutte le persone dell'Unità Pastorale. Lei è una madre e non ha nessun ritegno nel mandare grazie. Noi, non chiedendo grazie a lei, dimentichiamo invece di essere figli.

 

 

A conclusione della sua riflessione, il Vescovo ha poi salutato don Bogdan, che porta la responsabilità di essere parroco dell'intera nostra Unità Pastorale "Terre del perdono", figlio della cara terra di Polonia. Ha infine ringraziato tutti per la presenza e ci ha salutati dopo la benedizione finale, confidando la sua speranza di poter tornare tra le nostre colline, come annuale appuntamento fisso.

 

Don Bogdan ha ringraziato il Vescovo invitando i fedeli ad un applauso. Ha poi ringraziato tutti i presenti, onorati anche della presenza ufficiale del Sindaco Luca Bolondi: tante persone così, ha aggiunto, si sono viste forse solo al funerale del compianto don Brenno sulla cui figura si è tenuto recentemente un incontro organizzato dall'Unità Pastorale.

 

Tra i presenti anche componenti della Comunità Missionaria Regina Pacis e due giovani africani, Bonifacio e Fiorenzo, che prossimamente entreranno nel seminario della nostra diocesi, per i quali il Vescovo ci ha invitati a pregare.

 

 

A conclusione di questo momento forte per le nostre parrocchie, il bilancio è assolutamente molto positivo, che aiuta il cammino della nostra Unità  che, nonostante le fatiche, sta vivendo tappe molto costruttive: calorosa l'accoglienza della comunità locale, fruttuosa la sinergia dell'intera Unità Pastorale per l'animazione liturgica e canora, generoso il saluto con un momento di fraternità e condivisione offerto dalla comunità di Ceredolo che conta abitualmente soltanto 70 abitanti.

 

Ringraziamo Maria per la grandezza di questo dono: la sua benedizione viene accolta con gioia da tutti noi in cammino verso nuove forme di Chiesa, guidati dal nostro Vescovo e dal nostro parroco, coadiuvato dagli altri sacerdoti: don Pellegrino, don Vasco e don Franco.

 

Ci ha fatto anche piacere sapere che il Vescovo ha commentato positivamente questo nostro cammino, sottolineando che ci ha trovati molto coesi, nonostante i soli due anni di storia che abbiamo alle spalle, che, ha aggiunto, sembrano in realtà ben venti...

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

AVVISI SETTIMANALI DAL 17 AL 25 DICEMBRE 2017

December 16, 2017

1/10
Please reload

Post recenti