Liturgia

La fede senza le opere è morta.

 Le opere senza la fede non sono pastoralmente generative!

L’attività prevalente dell’ambito liturgia è la cura delle celebrazioni liturgiche comunitarie dell’anno, con particolare riferimento alla scelta dei lettori, all’animazione musicale, ai ministri straordinari dell’Eucarestia (anche per portare la Comunione ai malati), all’altare e agli arredi sacri.

Nei tempi forti (Avvento e Quaresima) cura i ritiri spirituali, i centri di ascolto, cioè incontri di preghiera/riflessione sia a livello comunitario sia nelle famiglie del paese e collabora con altri ambiti (es. annuncio e Caritas) per la realizzazione di incontri/iniziative in cui le diverse competenze si intrecciano, come ad esempio il cammino di Avvento e di Quaresima.

Nel mese di maggio cura la recita pressoché quotidiana del S. Rosario, sia nelle chiese che nelle maestà ed i 13 dei mesi da maggio a ottobre le celebrazioni comuni a tutta l’Unità

Conosciamo le parti della Messa ?